LINKS
01

But women can never be careful enough, can we? If we take naked pictures of ourselves, we’re asking for it. If someone can manage to hack into our accounts, we’re asking for it. If we’re not wearing anti-rape nail polish, we’re asking for it. If we don’t take self-defence classes, we’re asking for it. If we get drunk, we’re asking for it. If our skirts are too short, we’re asking for it. If we pass out at a party, we’re asking for it. If we are not hyper-vigilant every single fucking second of every single fucking day, we are asking for it. Even when we are hyper-vigilant, we’re still asking for it. The fact that we exist is asking for it.

This is what rape culture looks like.

This is what misogyny looks like.

curvellas:

tumblr made me a much more tolerant and less judgmental person like my cousin be like “omg look at that bitch eyebrows she drew them damn near in her hairline” and i’m like shrug maybe the bitch wanted to have eyebrows in her hairline you don’t know shit about her life.

sassyabrahamlincoln:

do you ever get your period and just think about your recent behavior like wow that explains a lot

Speaking dos languages diferentes in a sentence because eres a multicultural motherfucker.

http://frammlinggramelse.tumblr.com/post/96378965880/lettera-alle-attrici-coinvolte-nello-scandalo

yellina:

frammlinggramelse:

Lettera alle attrici coinvolte nello scandalo

Cara Attrice di Hollywood, che sei bella già lo sappiamo. Ce lo ricordano tutte le riviste, i socialnetwork, la tua foto instagram in cui fingi di esserti appena svegliata ma hai una passata di blush pesca e anche i cartelloni pubblicitari, i film in cui sei protagonista dove sei puntualmente vestita con 20 centimetri netti di stoffa e anche i talk-show.

Fidati, lo sappiamo che se ti strizzi le cosce allo specchio non ti esce il mollidume, che puoi permetterti di andare in palestra otto ore al giorno perchè, che culo, non hai nemmeno un lavoro full time o esami da preparare. Sappiamo bene che la tua vita è una routine perfetta, le feste, i soldi, la  droga, i soldi, la droga, i concerti, le feste con la droga, i concerti, le selfie mentre corri e non sudi, anzi sorridi senza fatica e non hai nemmeno un capello storto, un’occhiaia, un accenno di crampo al polpaccio. 

Niente. Sei bellissima e splendida, una bella bambolina.

Mi chiedo anche se hai le mestruazioni, cara Attrice, perchè sei sempre così felice che mi è venuto il dubbio. Anche io ho dei giorni molto intensi e gioiosi ma con la sindrome premestruale puoi vincere una crociera sui fiordi che non fa differenza, sarai sempre incazzata, irritabile, sconvolta e brutta, bruttissima, molto brutta, gonfia con dei bubboni sulla fronte e griderai che vuoi del gelato ma anche delle patatine, un cheeseburger, della pizza e delle liquirizie. Qui funziona così ma magari ad Hollywood tira un’aria diversa e non ti giudico.

Riprendiamo. Dicevo che la tua vita è splendida e appagante, tutti sanno  qualsiasi cosa sul tuo conto e la cosa ti diverte molto, perchè se ti spaventasse a quest’ora ti saresti ritirata dallo showbiz e avresti una fattoria in Kentucky, dunque la privacy è molto relativa per te. A  volte i tuoi colleghi fanno tutti i sostenuti ma sappiamo che vi piace farvi rincorrere fuori dai ristoranti o in vacanza perchè anche questo vi porta popolarità e popolarità = soldi.

Dunque potrei affermare che il 90% della tua vita è pubblica, mia cara! ti concediamo il Natale in famiglia, quando puoi spaccarti di arrosto senza pensare che per il canone di Hollywood dovresti cibarti solo di pregiatissime foglie di lattuga bio coltivate in terriccio e oro, e il sesso.

Oh sì, il sesso. Puoi farne quanto ne vuoi dove vuoi, basta che ci dici con chi in modo che il gossip viene alimentato per bene e riceviamo tutti una bella notifica da Perez Hilton.

Ora, deliziosa attrice pluripremiata, cosa ti porta a voler condividere anche la tua intimità? A farti foto in posizioni da torcicollo con le chiappe al vento e le tette pure? Hai una relazione a distanza e vuoi farti foto da inviare al tuo ragazzo? Non fai forse prima a prendere uno scintillante aereo privato e andarlo a trovare? Tu, che ti lamenti di non avere privacy, conosci bene le regole del gioco. Sei famosa e ti conoscono ovunque, sei oggetto di mira da parte di chi vuole strapparti anche le mutande (in senso metaforico e non.) dunque non dovresti avere uno standard di pudore un pochino più elevato della gente comune? O perlomeno pensare che hai un alto rischio di perderci la faccia se vengono messe online. E fidati che mi dispiace tanto se non pensavi potesse succedere a livello pubblico, ma ieri sera siamo stati inondati da immagini della tua vagina, delle tue tette sode e della tua faccia ammiccante alla fotocamera. Le mie domande spaziano dal “perchè?” al “cosa stavi facendo e pensando” ma questo non lo sapremo mai, o perlomeno non oggi.

Cara attrice, cosa volevi dimostrare? Sei già così bella che potevi risparmiarti tutto quanto. Sono rimasta scioccata nel vedere che anche tu alimenti un sistema che sta stravolgendo la percezione della realtà e della normalità nonostante predichi bene e affermi che lo standard di bellezza contemporaneo non è sano. Fidati che le ragazze comuni, quelle che magari ti hanno presa come modello, non vorrebbero tu l’avessi fatto; le più deboli ora si stanno chiedendo se è così che si ottiene successo, magari provando a farsi anche loro un selfie provocante.

Chissà se ora i tuoi 7 avvocati saranno pronti a difenderti, a smascherare il cattivissimo hacker che voleva divertirsi in cambio di tanti, tanti soldi, e tu sarai un po’ sconsolata pensando che la prossima volta starai più attenta a far le foto in bagno col petto all’aria, tutta oliata come un pollo prima del forno, o che magari quella bella cavalcata col figo di turno potevi godertela senza videocamere intorno,senza dimostrare al pubblico che sei più o meno brava anche in quello.

Quindi, mia cara attrice, il consiglio che mi sento umilmente di darti è: meno cazzate al cellulare, goditi la tua vita splendida che ne hai tutte le opportunità. Fatti chi ti pare, se è gnocco buon per te, ma ti prego proteggiti un minimo, o perlomeno proteggi la tua prozia che al paesello si sentirà dire  “ah, bella la fica di tua nipote”.

se questo doveva essere un post brillante e ricco di interessanti ed intelligenti spunti, mi dispiace, dovrai ricominciare da capo.

Sai cosa traspare dalle tue righe? Il fatto che la bellezza sia di per sè abbastanza da cancellare qualsiasi tipo di problema. Il fatto che essere ricchi e famosi renda ogni persona felice e priva del minimo problema. Il fatto che accetti l’immagine che ti viene posta davanti da pubblicità e riviste e social network (quando poi magari punti il dito contro l’amica su facebook che posta stati iddiliaci quando sai che in realtà è triste e infelice) e non ti preoccupi di andare oltre, di pensare fuori dagli schemi. Il fatto che non ti preoccupi di pensare che le persone famose, prima che famose e fighe e belle e ricche, sono persone (anzi, per la maggior parte sono ragazzine che non raggiungono i 25 anni). Il fatto che avere la fama sembra cancellare qualsiasi tipo di diritto alla privacy. Il fatto che riuscire a guardarsi allo specchio e vedersi belli sia un peccato immane, quasi mortale, e figuriamoci fare foto ad un corpo nudo (anche se il proprio).
Ma, soprattutto, il fatto che sembri non riconoscere la differenza fra l’avere foto PRIVATE sul proprio telefono e il CONDIVIDERE suddette foto su internet. E, ancora, il fatto che nel tuo post NON SIA DEDICATA UNA SOLA RIGA ALL’HACKER, perchè sia mai! La colpa è delle ragazze che si denudano dell’intimità di casa propria! La colpa è delle donne che peccano così pesantemente di vanità da farsi (e farsi fare) foto senza (o con pochi) vestiti. La colpa è di chi, a 20 anni, ha una sessualità (e un ragazzo). La colpa è di chi FA FOTO USANDO IL PROPRIO CELLULARE.
La colpa È DI CHI HA LA SFORTUNA DI NASCERE BELLA E FIGA.
Beata l’innocenza di chi crede davvero che le donnine di Hollywood siano le sole al mondo ad avere foto del genere sul proprio cellulare.

Charlie Sheen smokes crack live in a web-chat and they make him the highest paid actor on television.

An 18-year-old black person smokes a blunt and he is unfit to live.

I see you white power.

-

Comedian Greg Blackshear (via sonofbaldwin)

Not to mention Rob Ford still being allowed to hold office after admitting to a crack addiction and alcoholism, tackling a representative, etc.

(via browngirlblues)

the-dick-lord-levi:

So we have an Italian exchange student at our school. And he and I were hanging out and he saw a pony, and he tried to show me but he didn’t know what it was called so he just pointed at it and said “Look, the compressed horse.” 

And then he just grinned at his complete understanding of the English language.  

romantickissing:

things girls are made to feel ashamed of-

  • having periods
  • choosing what they want to wear on their body
  • wanting to/not wanting to have sex
  • putting boys in the ‘friendzone’
  • standing up against misogyny
  • ruining a boy’s life by telling the police that he raped her
  • abortion
  • having hair on their body
  • not appreciating catcalls
  • not appreciating chivalry
  • having control over their own fucking body

basically living

netflixz:

driving past your old elementary school likeimage